Riflessioni e bilancio sulle Giornate del Presidente Mario Lorini

Prima che la 41esima edizione delle Giornate Professionali di Cinema si appresti ad andare in archivio, legittime e doverose le riflessioni finali del Presidente ANEC Mario Lorini che ne traccia un consuntivo. È evidente che questa edizione è stata contrassegnata e passerà agli annali per il cosiddetto “anno della svolta” per il cinema d’estate. Per questa stagione del prossimo 2019 sono stati creati tutti i presupposti affinché l’annoso problema della stagionalità inverta la tendenza. Da giugno ad agosto i titoli ci sono, e forti, il programma è triennale e coinvolge tutti i protagonisti di settore che lo hanno concertato. La presenza di tutti questi presupposti rispetto al passato, può garantire il raggiungimento dell’obiettivo. La bontà del prodotto resta sempre centrale per qualsivoglia politica, così come lavorare sulla modulazione dei listini, sul migliore posizionamento dei film, la diversificazione dell’offerta.

A cura di
Riccardo Farina
Andrea Protto
Michele Pelosio